Una Ricca Storia

Nel corso della sua storia, la tenuta passò attraverso la proprietà di due famiglie di nobile blasone, i Del Taja ed i Piccolomini.

La famiglia Del Taja acquistò nel 1504 gran parte dei terreni, parcella dopo parcella, ampliando la tenuta e curandone il miglioramento architettonico.

Nel 1829, la proprietà fu venduta a una delle famiglie più illustri di Siena: i Piccolomini, i quali realizzarono giardini e laghi, costruirono molte delle ville che si trovano ancora oggi nella proprietà; a loro si deve dunque l'attuale magnificenza della tenuta.

Continuando la tradizione prestigiosa dell'appartenenza familiare, la Tenuta di Arceno, nel 1994, fu poi acquisita da Jess Jackson e Barbara Banke – una delle prime tenute che la Jackson Family acquistò al di fuori della California.

Dagli albori dei tempi

1000

prima citazione in un documento storico di una piccola comunità agricola indipendente ad Arceno

1504

la nota famiglia Del Taja acquista i terreni

1600

prima villa costruita nella tenuta

1716

il Granduca Cosimo III de’Medici stabilisce i limiti della prima zona vinicola del Chianti, che corrisponde all’attuale zona del Chianti Classico

1829

la nobile famiglia Piccolomini acquisisce la proprietà della tenuta, costruendo in seguito gli edifici ancora oggi esistenti

1967

il Governo italiano crea la Denominazione di Origine Controllata (DOC) Chianti Classico.

1984

la zona del Chianti Classico viene proclamata DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita), il livello qualitativo più alto nella classifica della produzione vinicola italiana

1994

Sandra Gonzi entra a far parte del team aziendale

1994

Jess Jackson, lungimirante imprenditore californiano del vino, e la moglie Barbara Banke, acquistano la tenuta e creano la Tenuta di Arceno insieme al vigneron Pierre Seillan

1995

Michele Pezzicoli si unisce al team aziendale

2002

Lawrence Cronin entra a far parte del team come enologo aziendale a tempo pieno

2016

Wine Spectator Top 100 Award, posto #19 (il fauno 2012)

2018

riconoscimento del Premio Gambero Rosso Tre Bicchieri (Valadorna 2013)

2019

riconoscimento del Premio Gambero Rosso Tre Bicchieri (Chianti Classico 2017)

2020

riconoscimento del Premio Gambero Rosso Tre Bicchieri (Chianti Classico Riserva 2017)